{buoni propositi: Perché le buone #abitudini non vanno in vacanza}
Riflettendo durante la Colazione di oggi a base di tisana #Rooibos, frutta fresca e #uovo strapazzato con un cucchiaino di #yogurt bianco intero e un cucchiaino di olio extravergine di #cocco.


🔸Si avvicina il 31 dicembre, è periodo di bilanci e soprattutto inizia il periodo dei “Buoni Propositi” per il 2017.

E allora vi chiedo: avete mantenuto la parola sui buoni propositi del 2016? Li avete rispettati?
Si parla spesso infatti di quelle che sono le “buone abitudini“, ormai le conosciamo bene. È però impegnativo rispettarle, farle nostre e mantenerle *PER SEMPRE* (perché è questo che fa la differenza!). Spesso infatti dal 1 di gennaio siamo pronti a stravolgere le nostre abitudini, tutte quante insieme, con fretta e senza troppa riflessione, solamente perché “così fan tutti”.

Per questo vi dico: sceglietene solo un paio, piccoli cambiamenti che per voi sarebbero di grande giovamento. Partite con *propositi semplici*, inseriteli nella vostra routine quotidiana e, piano piano, vedrete che diventerá tutto molto naturale!
Cosa c’è allora in cima alla vostra lista: “TO DO 2017“? Ve ne suggerisco alcuni:

1. Essere mattinieri, per diventare “produttivi” per noi stessi.

2. Dedicare più tempo per noi stessi: quell’oretta quotidiana per una passeggiata meditativa, un libro per distrarsi o per una coccola di bellezza.

3. Non ascoltare le lamentele, pensare sempre di potercela fare, credere in noi stessi.

4. Disfarsi di ciò che è vecchio e “tossico”: pentole, vestiti, conoscenti.

5. Fare sport o comunque movimento, quotidianamente!
Ho voluto scegliere 5 buoni propositi non strettamente legati al cibo, perché il cibo e l’alimentazione sono spesso solo una diretta conseguenza del nostro stato d’animo.

Dobbiamo migliorarci a 360 gradi, perché la salute e il benessere sono prima di tutto uno stato menatale 😊
E adesso forza, iniziate a pensare al vostro proposito 2017!
#buonipropositi #nutrizionista #nutrizione #salute #dieta #nutrizionistapescara #ortona