La visita dal nutrizionista: come si svolge? Quanto tempo dura? Cosa portare? Cosa aspettarsi?

Fondamentale per la riuscita di qualsiasi impresa, piccola o grande che sia, è la FIDUCIA. Questo concetto andrà tenuto bene a mente quando si deciderà di intraprendere un percorso nutrizionale e durante tutta la sua durata, ma anche quando si sceglierà il Professionista dal quale farsi seguire.

Il Biologo Nutrizionista vi prenderà per mano e vi seguirà dedicandovi tutta la sua conoscenza, la sua professionalità, la passione e il tempo necessario. D’altra parte sarà però richiesto al paziente: impegno, collaborazione e fiducia.

Il Biologo Nutrizionista riceve nel proprio studio e la prima visita (solitamente della durata di circa 40/60min.) può essere impostata in modo diverso a seconda del soggetto cui è rivolta ma fondamentalmente si pone l’obiettivo di

  1. valutare i fabbisogni nutrizionali individuali con opportune metodiche, 
  2. confrontare l’apporto effettivo con il fabbisogno teorico 
  3. individuare la miglior strategia d’azione, ponendo particolare attenzione alla storia passata del paziente, al suo ambiente di vita, agli ostacoli oggettivi e soggettivi del cambiamento.

 La prima visita si suddivide nei seguenti momenti:

  • accurata anamnesi patologica e fisiologica del paziente (malattie, allergie, farmaci assunti, stile di vita e abitudini alimentari) e anamnesi familiare (per individuare eventuali familiarità con alcune patologie);
  • particolare attenzione verrà prestata alla storia alimentare del paziente, all’aderenza a particolari diete e alle variazioni di peso osservate dal paziente nel corso degli anni. Potrebbe essere richiesto di compilare un questionario di frequenza o un diario alimentare.
  • inchiesta sui consumi  abituali e delle ultime 24 ore (Recall)
  • valutazione antropometrica dello stato nutrizionale: mediante la determinazione dell’altezza, del peso, delle circonferenze corporee;

Successivamente il Biologo Nutrizionista elaborerà un piano alimentare personalizzato che verrà consegnato a distanza di pochi giorni e adeguatamente illustrato al paziente. Il piano alimentare non sarà mai un punto di arrivo ma sempre un punto di partenza, in continuo cambiamento e evoluzione, per raggiungere con flessibilità gli obiettivi condivisi tenendo conto delle richieste del paziente e dei gusti personali.

Il piano alimentare è personalizzato perché viene progettato in studio tenendo conto anche delle necessità, delle abitudini di vita (e di lavoro) e di eventuali situazioni metaboliche del paziente (menopausa, età dello sviluppo, eventuali patologie ecc.).

Il piano nutrizionale seguirà i principi della Dieta Mediterranea (scopri di più) salvo casi particolari (in cui sia necessario applicare protocolli dietoterapici specifici).

 

La dott.ssa Faraone fornirà inoltre ricette, consigli nutrizionali (ogni mese è prevista una newsletter che verrà recapitata tramite email) e costante assistenza telefonica.

Ovviamente sarà richiesto qualche piccolo cambiamento di abitudini, impegno, dedizione e costanza.

Seguiranno degli incontri (frequenza stabilita dal Biologo Nutrizionista a seconda della necessità del caso) volti a

  • monitorare l’andamento del percorso nutrizionale del paziente mediante la determinazione dei progressi in termini di peso, circonferenze e composizione corporea;
  • perfezionare ed eseguire  modifiche al piano nutrizionale in modo da renderlo il più personalizzato possibile;
  • permettere l’instaurarsi di un solido rapporto di fiducia tra Biologo Nutrizionista-Paziente fondamentale per il conseguimento di risultati ottimali e duraturi nel tempo.

Il Biologo Nutrizionista non somministra farmaci ma vi consiglierà l’utilizzo di integratori solo se strettamente necessario.

NB. il Biologo Nutrizionista vi chiederà di portare una copia del risultato delle ultime analisi del sangue e  eventuali diagnosi dell patologie.

 

Clicca qui per prenotare la tua visita con la Dott.ssa Roberta Faraone oppure telefona al 392 3571671