Il riso rosso integrale si distingue per il chicco allungato, dal color rubino e dall’aroma gradevole simile a quello delle nocciole. Poiché il chicco è preservato nella sua interezza, anche il valore nutrizionale di questo tipo di riso (originario della Thailandia) è superiore rispetto al comune riso brillato, molto conosciuto e utilizzato nelle nostre cucine.

Naturalmente privo di glutine, il riso rosso vanta un discreto contenuto di micronutrienti come vitamine del gruppo B, selenio e magnesio, caratteristiche che lo rende un ottimo alimento da utilizzare nei giorni subito precedenti il ciclo mestruale per affrontare stanchezza e irritabilità. Inoltre, il riso rosso è ricco di molecole antiossidanti che coneferiscono al chicco la colorazione tipica: antocianine, tocoferoli, acidi fenolici, proantocianidine, una review del 2014 suggerisce che sono proprie queste molecole contenute nel riso (rosso e nero) che proteggono le popolazioni orientali che consumano riso abitudinariamente dalle malattie croniche.

Il riso rosso può quindi essere sostituito al classico piatto di pasta, poiché ha tempi d cottura più lunghi, suggerisco sempre di cuocerne in abbondanza per consumarlo in frigorifero nel giro di 2-3 giorni. Si cuoce in acqua bollente per circa 30 minuti. Ecco le ricette consigliate per voi:

Riso rosso al cocco

Senza dubbio questa ricetta è quella più *orientaleggiante*: si lascia scogliere un cucchiaio di olio extravergine di cocco in padella e poi si versa il riso. Si mescola per qualche secondo e poi si versa tanta acqua in padella quanta ne serve per ricoprire il riso. Cuocere a fiamma bassa per circa 20-25 minuti. Servire poi con chicchi di melograno e nocciole tritate.

Riso rosso ai carciofi

Questa variante appare indicata soprattutto per i soggetti che presentano elevati livelli di colesterolo LDL e basis livelli di colesterolo HDL. Bollire il riso in una pentola con acqua salata e lasciarlo cuocere per una ventina di minuti. Cuocere parallelamente dei cuori di carciofo in padella con olio e odori. Non appena saranno cotti i carciofi, versare il riso nella padella con i carciofi e mescolare aggiungendo qualche cucchiaino di burro Ghee. Servire caldo.

Riso rosso con merluzzo VIDEORICETTA

Questa ricetta nasce per *dare nuova vita* al pesce congelato. In casa ho sempre dei cibi *di riserva*, degli alimenti a lunga conservazione, quelli che io chiamo “salvavita”, per quando non si ha possibilità di uscire a fare la spesa. Pesce, legumi e zuppe congelati, legumi in vetro, pesce in vetro. Questi sono principalmente quei prodotti che consiglio sempre di avere pronti all’occorrenza e con i quali si riesce sempre a mettere su un piatto unico assieme ai cereali in chicchi. Ovviamente, le alternative *fresche* sono da preferire SEMPRE. Per gli amanti e intenditori del pesce però, il merluzzo congelato è assolutamente privo di sapore e gusto, ecco quindi la ricetta con il riso rosso, pensata per rendere più piacevole un pranzo *arrangiato*.

Per praticità e per ottimizzare le proprietà degli ortaggi, cuocere nella stessa acqua cavolo, carote e riso rosso per 20 min.

 

Cavolo verde e carote pulite e tagliate a pezzettini per velocizzare la cottura

Nel frattempo potete cuocere in una padella antiaderente il pesce, aggiungendo il succo di un limone, scorza di limone, olio e un cucchiaio di zenzero, lasciando cuocere per una decina di minuti con il coperchio. Una volta pronto il riso, unite con il pesce e il sughetto formatosi, lasciando da parte una porzione di riso per il pranzo di domani al quale si potrà semplicemente aggiungere un altro tipo di pesce oppure una manciata di legumi.