Il regalo più grande che tu possa  fare a qualcuno è il tuo tempo.

Negli ultimi anni di Università ho sentito più volte il bisogno di fare qualcosa per gli altri mettendo a disposizione quel poco che sapevo… Ho cercato quindi quante più occasioni per dedicare il mio tempo libero al volontariato.

Ad oggi posso quindi riportare la mia esperienza e il mio bilancio,  assolutamente positivo, di questi ultimi anni. Le iniziative alle quali ho preso parte (e di cui vi parlerò brevemente) sono state per me occasioni di grande crescita prima di tutto personale e poi professionale.

Ho avuto la possibilità di lavorare in sinergia con persone intellettualmente molto stimolanti, ho avuto occasione di imparare e fare tesoro della saggezza di chi, con più esperienza di me, ha saputo guidarmi. Ho avuto la possibilità di confrontarmi con i miei limiti trasformando così le mie debolezze in punti di forza. Ho sperimentato quanto sia stimolante e appagante cercare sempre nuove sfide, ho preso coscienza delle mie capacità e sopratutto dei miei obiettivi e delle mie energie.

La mia avventura nel mondo del volontariato è iniziata nel 2014 quando a Firenze sono venuta a contatto con un’associazione fondata e completamente gestita da ragazzi: adolescenti come tutti però con “Una caratteristica in più!” come ama ripetere Vittoria Hayun, la giovane Presidente dell’Associazione Pillole di Parole. Ho dato il mio contributo in alcune delle loro iniziative (incontri divulgativi con le scuole, conferenza annuale, gruppi di auto-aiuto, lezioni sulla sessualità, teatro..) rivolte a tutti i ragazzi (sia con Disturbi Specifici dell’Apprendimento che non). Chiunque volesse mettersi in contatto con loro può farlo  tramite la loro pagina Facebook Pillole di Parole oppure tramite il sito web:http://www.pillolediparole.it/.

Nel giugno 2015 ho invece conosciuto e ho avuto l’onore di collaborare con un’Associazione no-profit che si occupa proprio di nutrizione: Nutrizionisti senza Frontiere. Sono stata infatti una delle organizzatrici e relatrici della conferenza tenutasi a Pescara il giorno 16 ottobre 2015 (Giornata Mondiale dell’Alimentazione) dal titolo: “La sana alimentazione: nutrire il benessere rispettare il Pianeta” (maggiori info qui). Le loro missioni riguardano non solo la sensibilizzazione dei Paesi più ricchi nei confronti di una dieta sana e più sostenibile, ma sono impegnati in prima linea nei Paesi del sud del mondo (Guatemala, Tanzania, Congo) per intervenire nei casi di malnutrizione infantile e per fornire l’aiuto e le conoscenze necessarie alle mamme e agli operatori locali. Organizzano inoltre corsi di formazione per nuovi volontari. Per chiunque volesse saperne di più può contattare la Presidente Dott.ssa Veronica Madonna, sempre disponibile e impegnata nelle mille attività dell’associazione, mediante la pagina Facebook Nutrizionisti senza Frontiere oppure tramite sito web:http://www.nutrizionistisenzafrontiere.org/.

Da ottobre 2015 faccio orgogliosamente parte dell’Associazione ISA di Pescara, un’associazione che con entusiasmo, energia e impegno costante “ha fatta propria l’indicazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che definisce la salute non come assenza di malattia, ma come “uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale”. ISA si propone di avvicinare tutte le persone a corretti stili di vita tramite incontri, dibattiti, corsi e quant’altro possa essere utile al raggiungimento dell’obiettivo. ISA lavora tra le persone e con le persone, per essere pungolo di enti pubblici e privati, con il fine di trasformare la parola “Benessere” da entità astratta a solida certezza per tutti.”

Proprio in qualità di associata ISA da marzo 2016 offro consulenze nutrizionali alle pazienti del reparto di Senologia dell’Ospedale G. Bernabeo di Ortona (maggiori info).